Virtual Reality Movie Festival
Reale Possibile

Accesso gratuito, proiezioni ore 10:00-18:00

Pronti a varcare la soglia di un’altra realtà? Il Laboratorio Aperto di Modena si trasforma in uno spazio dedicato allo storytelling in realtà virtuale e aumentata. Esplorare mondi reali o immaginari, riflettere su temi di attualità, vivere una storia a 360°, attraverso brevi opere cinematografiche provenienti da tutto il mondo. Quali orizzonti e quali opportunità si aprono con il VR per il racconto del reale? Quante storie possiamo raccontare e quante esperienze possiamo vivere?

I documentari sono in lingua originale.

Per conoscere il programma degli incontri cliccare qui

Programma documentari:

My brother’s keeper, PBS digital studios, racconta la storia di due fratelli che, combattendo su fonti opposti della Guerra Civile Americana, si riuniscono inaspettatamente sul campo di battaglia di Antietam. Il cortometraggio porta alla vita questo periodo cruciale della storia americana, collocando lo spettatore nella battaglia di Antietam.

Refugees 360 VR documentary, premiato come miglior film indipendente. 360. da Scopic. Senza indizi della fine della guerra in Siria, la gente continua a fuggire mentre i rifugiati nei paesi vicini perdono la speranza di tornare a casa. Poiché molti rifugiati sono stati ospitati nella regione per quattro anni, non sorprende che il desiderio di spostarsi verso ovest stia crescendo drammaticamente.

Drumpossibile di Omar Rashid, Il batterista Fabio Vitiello usa il super potere della realtà virtuale per potenziare le sue capacità e chiamando a raccolta i suoi cloni, realizza un brano inedito che mostra nuovi modi di concepire l’arte, la musica e, per estensione, la realtà stessa.

Anote’s Ark di Matthieu Ryt, è un film documentario canadese, diretto da Matthieu Rytz, prodotto nel 2018. Sul tema dell’impatto del cambiamento climatico sulla nazione insulare di Kiribati, che sarà una delle prime nazioni al mondo a scomparire completamente sott’acqua in caso di un livello del mare, il film racconta le storie dell’ex presidente della nazione Anote Tong, che ha pressato intensamente la comunità internazionale per intervenire sulla minaccia, e di Sermary Tiare, una donna i-Kiribati che decide di proteggere la sua famiglia emigrando in Nuova Zelanda.

Chromatica di Flavio Costa, è un viaggio all’interno dei colori: dalla loro assenza fino alla loro rivelazione. Un viaggio dal nero al bianco attraversando con gli occhi di una timida ragazza l’intero spettro del visibile. È un’esperienza sensoriale che grazie alla tecnologia della realtà virtuale permette allo spettatore di essere in questo viaggio tridimensionale.

Drive Your Style di Gold, è uno spot VR, è stato presentato in occasione del Bright Festival 2019. In questa occasione il colosso tedesco ha mostrato in anteprima nazionale E-Tron, il primo modello Audi completamente elettrico. Benché E-Tron fosse esposta alla fiera, l’unico modo per entrarci e visitarla internamente era attraverso l’esperienza VR. Nello spot una danzatrice si esibisce in un gioco di trasformazioni che portano lo spettatore a esplorare lo spazio grazie alla possibilità di ruotare lo sguardo a 360°.

Half life VR Short Version di Robert Connor, è un cortometraggio in realtà virtuale che coglie lo spirito immersivo dell’opera Half Life del coreografo Sharon Eyal eseguita dal Balletto Reale svedese. Il corto è una coproduzione dell’Opera Reale svedese e dei Robert & Robert Studios.

Out of the blue di Sophie Ansel, racconta la storia dell’eredità dei bambini di Cabo Pulmo, un luogo descritto da Jacques Cousteau come l”Acquario del Mondo’ fino a quando anni di pesca eccessiva uccisero la barriera corallina e spinsero le specie autoctone sull’orlo dell’estinzione. La famiglia di pescatori di Cabo Pulmo prende una decisione drammatica ma rivoluzionaria, sacrificando la fonte di cibo e di reddito per salvare la barriera corallina vietando la pesca nelle proprie acque per incoraggiare la rigenerazione dell’ecosistema marino. Attraverso il potere di una visione condivisa che è sostenuta da dubbi, amore, cura, anni di fede, sacrificio e dolorosa riconversione, le barriere coralline di Cabo Pulmo hanno avuto una rinascita sorprendente. Squali, tartarughe, razze, cernie e altri animali marini sono tornati tnella barriera corallina,

Sun Ladies, di Christian Stephen, Celine Tricart, l’esperienza di The Sun Ladies VR è uno sguardo approfondito sul viaggio personale del leader delle Sun Ladies, Xate Singali. Dalle sue radici come cantante famosa in Kurdistan alla sua nuova vita da soldato in prima linea, rischiando tutto per fermare la violenza contro la sua gente. Il pubblico si troverà di fronte alla domanda “Chi saresti e cosa faresti di fronte all’estrema violenza disumana contro coloro che ami?

 Jafri di Michael Beets, è un documentario australiano di realtà virtuale che esplora l’essere umano attraverso il protagonisa, Jafri, che ci guida attraverso la sua vita quotidiana e i momenti intimi che hanno plasmato le sue opinioni sul mondo e su se stesso.

L’invenzione dello spazio, Ville e Giardini Medicei in Toscana, di La Jetée, racconta in modo inedito questo patrimonio eccellente e poco conosciuto della Toscana: le 14 ville e giardini della famiglia Medici entrati nel 2013 nella Lista Unesco del Patrimonio dell’Umanità. Un carnet di viaggio contemporaneo che utilizza le più innovative tecnologie legate alla narrazione interattiva e tridimensionale sul web, adottando un punto di vista originale sia nei contenuti che nell’estetica. L’invenzione dello spazio è stato realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema con il supporto della ACT, MiBAC-DGC, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana e con il contributo del MiBAC nell’ambito della Lg. 77/2006 Misure di tutela e fruizione a favore dei siti Unesco.